Nazaj

7 soluzioni ai problemi di diottrie correlate all'età

mag. Kristina Mikek, dr. med.

mag. Kristina Mikek, dr. med.
specialista in oftalmologia

20004-5 min21. 09. 2021

consiglipresbiopia

Se al mattino notate più difficoltà nel leggere un piccolo testo e cercate di aiutarvi allontanandolo con le mani, questi sono i primi segnali che state sviluppando diottrie correlate all'età. Trattasi di un peggioramento della vista da vicino che colpisce lentamente tutti noi dopo i 45 anni. La causa risiede nella riduzione della flessibilità del cristallino, che si adatta sempre meno alla visione da vicino. Chi ha già affrontato il problema sa molto bene quanto possa essere fastidioso e limitante nelle attività ricreative e al lavoro.

Esistono diverse soluzioni per migliorare le diottrie correlate all'età. Gli occhiali da lettura possono essere poco pratici e molte persone trovano difficile abituarvisi e tantomeno accettarli. Fortunatamente, esistono alcune soluzioni molto migliori per eliminare le diottrie correlate all'età, sbarazzandosi degli occhiali da lettura e vedere di nuovo con piena acuità visiva sia da vicino che da lontano. Possiamo eliminare le diottrie correlate all'età e migliorare la vista da vicino nei seguenti modi:

  1. Occhiali da lettura - sono una semplice e solitamente la prima soluzione che adottiamo quando, pur allontanando le mani, non riusciamo più a vedere piccoli oggetti e leggere testi. Se vi soddisfano e non vi ostacolano, potete ovviamente continuare con questa soluzione. In questo caso è consigliabile optare per occhiali da lettura realizzati su misura per voi, in cui le lenti verranno regolate in base ai centri ottici e alle diottrie dei vostri occhi. Non dimenticate che in ogni prescrizione o controllo della vista deve essere compresa anche la misurazione della pressione oculare ed il controllo dell'acuità visiva. Questi esami preventivi sono necessari dopo i 40 anni, poiché questo è l'unico modo per rilevare malattie oculari croniche occulte che altrimenti compromettono permanentemente la vista. Se lavorate molto al computer, prendete in considerazione un progressivo da ufficio. Questa è la versione più moderna degli occhiali da lettura con ottica che si adatta alla visione a diverse distanze offrendo un migliore comfort visivo e riducendo la sensazione di affaticamento degli occhi quando si lavora da vicino.

  2. Occhiali progressivi - questa soluzione è adatta a coloro che, oltre alle diottrie legate all'età, soffrono anche di ipermetropia, miopia e forse astigmatismo. L'ottica delle lenti degli occhiali progressivi è progettata in modo tale da fornire una buona visione da vicino attraverso la parte inferiore, le diottrie cambiano progressivamente verso la parte centrale e superiore degli occhiali, in modo da correggere anche l'acuità visiva da lontano . Le lenti degli occhiali progressivi richiedono un po' di tempo per abituarsi, ma per coloro che non sono ostacolati dagli occhiali, rappresentano una soluzione relativamente buona per una vista migliore sia da vicino che da lontano. Il vantaggio principale degli occhiali progressivi è che non è necessario cambiare gli occhiali per vedere da vicino e da lontano.

  3. Lenti a contatto - per coloro che sono già abituati all'uso delle lenti a contatto, le lenti a contatto progressive possono essere una soluzione. La loro ottica è simile a quella degli occhiali progressivi. Anche queste lenti richiedono del tempo di adattamento, poiché la visione è leggermente diversa a causa dell'ottica speciale. Quando si valuta questa soluzione, ha senso considerarne anche il costo, poiché le lenti vanno cambiate regolarmente.

  4. Monovisione LASIK - l’intervento laser più semplice per risolvere i problemi di presbiopia è un'operazione in cui eseguiamo la cosiddetta monovisione. Ciò significa che su un occhio eseguiamo una correzione diottrica laser che garantisce una buona visione da vicino, e sull'altro occhio, se necessario, una correzione diottrica per una buona acuità visiva da lontano. La visione a media distanza è buona con entrambi gli occhi, con un occhio che vede nitido da vicino per la lettura mentre l'altro vede nitido da lontano. È una soluzione relativamente utile e non richiede nemmeno un adattamento speciale. Fisiologicamente, di solito ci sono già alcune differenze di diottrie tra i due occhi, così che con un occhio vediamo meglio da vicino e con l'altro da lontano.

  5. Intervento laser SUPRACOR – È una chirurgia laser speciale per le diottrie legate all'età, in cui le diottrie vengono rimosse con un laser e la cornea viene rimodellata in modo tale da migliorare la visione da vicino e a media distanza, e in parte anche da lontano. Questo è il metodo laser più moderno per correggere le diottrie legate all'età.

  6. Impianto della lente EDOF - il metodo più diffuso per la correzione permanente delle diottrie legate all'età è l’impianto della lente intraoculare. Il cristallino deteriorato dall'età viene sostituito con uno artificiale, che ha un'ottica progettata per migliorare la vista da vicino. Con la lente EDOF (lente a profondità di fuoco continua), otteniamo principalmente un miglioramento dell'acuità visiva da lontano ed a media distanza e parzialmente a distanza ravvicinata. È una lente adatta agli anziani e a coloro che hanno già alterazioni degenerative nel fondo oculare. L’intervento si consiglia spesso per la cataratta.

  7. Intervento con lente multifocale – Questa è una soluzione che può essere utilizzata per correggere contemporaneamente le diottrie legate all'età, l’ipermetropia, la miopia e l’astigmatismo. Consente una buona visione da vicino e da lontano con entrambi gli occhi allo stesso tempo. Con questo intervento, blocchiamo contemporaneamente la progressione delle diottrie legate all'età ed allo stesso tempo preveniamo la possibilità di deterioramento della vista dovuto alla formazione della cataratta.