Nazaj

5 non-complicanze dopo la chirurgia refrattiva intraoculare

mag. Kristina Mikek, dr. med.

mag. Kristina Mikek, dr. med.
specialista in oftalmologia

28373-4 min23. 03. 2021

lentipresbiopia

I vantaggi dell’intervento con le lenti intraoculari sono subito chiare a tutti quelli che stanno roflettendo su questo intervento. Non è difficile immaginare come la vita possa cambiare quando da un giorno all’altro non avremo più bisogno degli occhiali da vicino e da lontano. Tutti i portatori di occhiali sognano di godersi le attiività ed il tempo libero più liberamente e con una vista perfetta.

In Morela il percorso verso la correzione della vista è semplice. Il primo passo consiste in un test online, telefonico o ambulatoriale che vi permette di ricevere tutte le informazioni di come possiamo aiutarvi a migliorare la vostra vista. Il secondo passo prevede una visita preoperatoria durante la quale, nel caso dell’intervento con lenti intraoculari, vi accompagnamo nella scelta delle lenta giusta per la vostra diottria e le vostre esigenze visive. Il terzo passo consiste nell’affidarvi alle mani esperte dei nostri medici e dire addio per sempre agli occhiali. Molte persone durante questo percorso affrontano la paura di possibili complicazioni. In questo caso può aiutare moltissimo un sincero colloquio con il medico sui rischi reali dell’intervento proposto che con una accurata visita preoperatoria ed un chirurgo esperto risultano veramente trascurabili.

Scoprite le 5 possibili trascurabili complicazioni dell’intervento con lenti intraoculari che vanno semplicemente risolte.

  1. Sensazione pungente di un corpo estraneo nell’occhio - è la conseguenza dell'occhio secco. Dopo l'intervento chirurgico, alcune persone provano questi fastidi a causa della produzione lacrimale temporaneamente ridotta, che può anche essere correlata ai farmaci che vengono instillati nell'occhio dopo l’intervento. Il fastidio si risolve con lacrime artificiali, che vengono instillate negli occhi più volte al giorno. Durante la notte possiamo utilizzare anche un gel idratante.
  2. Offuscamento della capsula del cristallino - Qualche mese dopo un intervento eseguito con successo, alcune persone notano un nuovo peggioramento della vista. La ragione di ciò non sono i cambiamenti nella lente stessa, ma piuttosto una reazione della capsula del cristallino, in cui viene inserita la lente oculare. In alcuni pazienti, questa capsula reagisce alla lente artificiale creando offuscamento. La soluzione consiste in un piccolo intervendo laser, che viene eseguito proprio durante la visita di controllo. La terapia che ripristina la vista è chiamata capsulotomia YAG. La parte offuscata della capsula viene rimossa con un raggio laser, ripristinando così la piena acuità visiva. La soluzione è permanente e dopo questa procedura la recidiva della capsula offuscata non è più possibile.
  3. Sensazione di abbaglio in presenza di luce artificiale – Questo fenomeno ottico è il risultato di un'alterata rifrazione della luce sulla lente multifocale. Tale lente fornisce una buona acuità visiva a distanza ravvicinata, media e lontana, ma richiede un adattamento transitorio ad un nuovo modo di vedere. Anche il cervello si abitua al nuovo modo di percepire l'immagine elaborando gli impulsi visivi nel centro visivo cerebrale. Nel giro qualche mese, questi fenomeni ottici indesiderati scompaiono. Abituarsi a un nuovo modo di vedere è più veloce con le lenti multifocali quando la procedura viene eseguita su entrambi gli occhi contemporaneamente. Questo è un ulteriore motivo per cui consigliamo alla maggior parte delle persone di eseguire l'operazione su entrambi gli occhi contemporaneamente.
  4. Offuscamenti nel vitreo - Ombre fluttuanti o fili che compaiono nel campo visivo sono il risultato di anomalie nel vitreo dell'occhio. Si tratta di piccoli offuscamenti che ostacolano il passaggio della luce e vengono percepiti come piccole ombre in movimento. Sono più evidenti quando si osservano superfici chiare. Con l’intervento con lenti intraoculari ed il rapido miglioramento della vista, per alcuni questi disturbi diventano fastidiosi a causa della vista migliorata. Per molti, questo fastidio è solo temporaneo e alla fine non notano più questi offuscamenti. Nel caso di offuscamenti più pronunciati possiamo aiutarvi con un trattamento laser chiamato vitreolisi laser. È un intervento ambulatoriale che rimuove gli offuscamenti del vitreo.
  5. Fastidiose palpebre cadenti – Le sole palpebre , ovviamente, non hanno alcuna connessione diretta con l’intervento con lenti intraoculari. Si tratta più del fatto che molte persone notano allo specchio quanto siano cadenti le loro palpebre solo dopo l'operazione, quando hanno riacquistato una buona vista da distanza ravvicinata. Il problema può essere risolto con un intervento in cui parte della pelle cadente viene rimossa dalla superficie esterna delle palpebre e si chiama blefaroplastica. Questo conferisce agli occhi una vista migliore, oltre ad uno sguardo più giovanile.