Nazaj

Lacrime artificiali: come scegliere quelle più adatte a voi

mag. Kristina Mikek, dr. med.

mag. Kristina Mikek, dr. med.
specialista in oftalmologia

63523 min06. 10. 2020

occhi sani

Vi capita mai di avere la sensazione tagliente sull’occhio? I vostri occhi sono arrossati e irritati di tanto in tanto? Questi sono i sintomi dell'occhio secco, che colpisce quasi tutti ad un certo punto della vita. I portatori di lenti a contatto sono ulteriormente esposti a questi fastidi.

La maggior parte dei problemi con gli occhi secchi che abbiamo già menzionato in estate presenta sintomi lievi. Un trattamento semplice ed efficace in questo caso sono le lacrime artificiali, che calmano rapidamente il fastidio. Potete acquistare voi stessi le lacrime artificiali più adatte in farmacia, ma esiste una vasta offerta di prodotti di differenti produttori. Per scegliere le lacrime artificiali più adatte ai propri occhi, è bene sapere come si differenziano per composizione e additivi. La maggior parte delle lacrime artificiali è composta dall’acqua, alla quale vengono aggiunte sostanze per proteggere la superficie dell'occhio, per mantenere l'occhio idratato e possono essere aggiunti anche dei conservanti. Scoprite i quattro fastidi più frequenti di secchezza oculare e le lacrime artificiali adatte a contrastarli.

Avete la sensazione di occhi secchi solo occasionalmente? I vostri occhi sono arrossati, lacrimano, bruciano o pungono quando vi capita questo problema? Di solito, i sintomi compaiono a causa di influenze ambientali, come aria fredda o secca. In questo caso, la scelta giusta sono le lacrime artificiali, che idratano e lubrificano l'occhio con l'aggiunta di lipidi. Systane Ultra, Refresh Optive o Tears again nebulizzatore appartengono a questo gruppo di prodotti. Tutte queste lacrime artificiali possono essere utilizzate anche mentre indossiamo le lenti a contatto.

Se avete problemi simili a quelli sopradescritti, ma avvertite anche dolore con bruciore o una sensazione sgradevole mentre instillate le gocce nell'occhio, è possibile che l’irritazione sia provocata dai conservanti. In questo caso è meglio scegliere tra i prodotti che non li contengono. Le lacrime artificiali senza conservanti sono più adatte anche a coloro che hanno sintomi più pronunciati e usano lacrime artificiali più di 4 volte al giorno. Inoltre, a causa della frequenza del dosaggio richiesto, raccomandiamo le lacrime artificiali senza conservanti anche dopo gli interventi chirurgici agli occhi. Esempi di tali prodotti sono le lacrime artificiali Systane ultra e Refresh Optive Sensitive.

Quando sul bordo palpebrale compaiono delle crosticine o escrescenze bianche, la causa dei problemi di secchezza oculare è solitamente una disfunzione delle ghiandole di Meibomio. Queste sono minuscole ghiandole sul bordo delle palpebre che producono lipidi e rappresentano una componente importante delle lacrime naturali. Se funzionano in modo anomalo, le lacrime naturali diventano troppo acquose ed evaporano rapidamente. In questo caso, le lacrime artificiali con un contenuto di lipidi più elevato sono le più adatte. Come esempio ci sono le Refresh Advanced e Systane balance. A causa del maggiore contenuto di lipidi, queste lacrime artificiali sono meno adatte per l'uso con lenti a contatto indossate.

La sensazione di secchezza oculare è più forte al mattino? A volte è accompagnata da un dolore molto acuto agli occhi? In questo caso, la soluzione migliore sono le lacrime artificiali sotto forma di gel o pomata. Le applichiamo la sera prima coricarci. Grazie alla loro consistenza più densa, proteggono la superficie dell'occhio dall'essiccazione per tutta la notte. A causa della consistenza più densa, queste lacrime artificiali interferiscono leggermente con l'acuità visiva e non sono adatte all'uso con le lenti a contatto. Alcuni prodotti: GenTeal, Systane Gel o Refresh Gel.

Se i problemi persistono o si ripresentano spesso, è necessaria una visita da parte di un oculista. Oltre all'uso di lacrime artificiali, esistono altre forme di trattamento che possono alleviare o eliminare il problema.